Come creare un associazione di GRV

Creare un associazione di GRV (gioco di ruolo dal vivo) è molto più semplice di quanto tu possa immaginare.

Prima di tutto però bisogna valutare il PERCHE’ si dovrebbe fare…

Oggi in Italia ci sono molte realtà di giochi di ruolo dal vivo sparse sul territorio, da nord a sud.

Quindi il mio consiglio, prima di prendervi questo “grattacapo” è cercare molto bene nel vostro territorio per aggregarvi ad una realtà esistente.

Se invece non sono presenti, o successivamente alla “prova” non vi ritroverete soddisfatti, allora sarà il caso di prendere provvedimenti.

Anche perché ogni associazione ha le sue regole, sistema di gioco e molto spesso un unico filone di ambientazione di gioco.

Va da sè, che se nel vostro territorio sono presenti solo associazioni dedite al grv fantasy medievale, e voi volete giocare un post apocalittico, dovrete per forza di cosa creare qualcosa di vostro.

Ma comunque partecipare a qualche live e conoscere dei giocatori di ruolo di altre realtà, non potrà che farvi bene e darvi una mano nella fase due.

Fase 1: Live di prova di un’associazione GRV

La prima cosa da fare è informarsi, leggete i manuali delle altre associazioni, grandi e piccole, prendendo spunto da loro.

A quel punto redigete un vostro regolamento, oppure usate direttamente quello di un’altra realtà che però opera distante da voi.

Una volta realizzato un regolamento, dovete effettuare dei “Playtest” di quest’ultimo.

Radunate alcuni amici, conoscenti o persone provenienti da altre realtà del territorio, se presenti, e fate un mini live di prova.

In questo modo avrete chiaro cosa significa organizzare e gestire un live, se il regolamento risponde alle vostre specifiche necessità e se la gente risponde in maniera adeguata alla vostra chiamata.

Non preoccupatevi di coperture assicurative e scartofie per il momento, scegliete un luogo privato, magari anche un parco od un’area picnic in montagna.

Facendo in modo che sia ben chiaro che la responsabilità dei danni per eventuali danni autoinferti sarà paragonabile a quella di un normale pic nic in cui si gioca a pallone.

Difatti se qualcuno preso dalla foga dovesse scivolare e cadere rompendosi un braccio, quando siete ad un pic nic, non penso vi faccia causa.

Ma tralasciando questi aspetti legali che per il momento non hanno molta importanza, giocate.

Dopo il live di prova

Alla fine del Live di prova avrete tre cose ben chiare:

  • Se volete ancora gestire un associazione che svolge queste attività.
  • Capirete se il regolamento si adatta alla vostra idea di gioco.
  • Avrete delle persone che vi torneranno molto utili nella fase di fondazione vera e propria.

Alla fine dell’evento salutate tutti con garbo raccogliendo eventuali feedback e mantenete i contatti, comunicando che ci sarà una riunione molto presto.

Fatto questo riunitevi prima con i vostri collaboratori, perché non potrete fare tutto da soli per organizzare un live (avrete bisogno di aiuti master e png quindi anche il live di prova avrà necessità di uno staff di almeno 3/4 persone).

Parlate con loro e decidete il da farsi, se tutti sarete d’accordo passerete alla fase due.

Fase 2: Fondazione e scartoffie per creare un’associazione GRV.

A questo punto cercate online degli statuti di altre associazioni di giochi di ruolo dal vivo come ad esempio il seguente:

Basterà sostituire il nome ed i dati dell’altra associazione per redigere il vostro statuto.

Fatto questo organizzate una riunione avvisando i partecipanti che si tratta della fondazione di una associazione.

Trovate e scaricate, oppure realizzate da voi, un atto di fondazione associativo, su tale documento dovrete scrivere i nomi dei fondatori.

C’è bisogno delle seguenti figure:

  • Presidente: Ruolo di direzione associativo, organizza le plenarie (riunioni degli associati) e dirime problemi interni, risponde direttamente dei danni provocati agli associati o dagli associati, poiché l’associazione senza scopo di lucro non ha personalità giuridica.
  • Vice presidente: Secondo in linea di comando nel consiglio direttivo, ha obbligo di rappresentanza in mancanza di un presidente.
  • Segretario: Si occupa della redazione dei resoconti delle riunioni di soci e del direttivo, si occupa altresì delle iscrizioni dei nuovi soci.
  • Tesoriere: Si occupa delle entrate e delle uscite dell’associazione, della gestione del libro contabile in cui conserva ricevute, fatture e segna il denaro in ingresso ed in uscita.

Di solito i collaboratori del live di prova saranno il direttivo, e la sede la casa di uno di loro (per iniziare).

Sull’atto di fondazione ci devono essere i dati dei soci fondatori, il loro ruolo e si dovrà allegare un documento in corso di validità dei fondatori.

Dovete specificare una sede legale e segnalare la data ed il luogo in cui si è stipulato l’atto di fondazione.

Iscrivere i soci

Fatto questo sarete pronti ad incontrare i futuri (si spera) soci, parlerete loro del vostro progetto.

Dovrete decidere quanto dovranno pagare per iscriversi per un anno, e quale sarà la quota di partecipazione ad ogni live.

Sì perché un’associazione senza scopo di lucro, dovrà comunque finanziare l’acquisto di materiali per fare i live.

Gli affitti eventuali di locali e tutta una serie di spese che graveranno sul direttivo ed i soci.

Fatto questo presentate loro i seguenti documenti da riempire e firmare:

Naturalmente cambiate il nome dell’associazione, si tratta di un esempio.

Inoltre, per non avere troppe noie, per iscriversi dovrete, perlomeno all’inizio, pretendere che gli iscritti siano maggiorenni.

Se infatti ci fosse un minore, dovreste avere l’autorizzazione di chi detiene la patria potestà su di loro.

Fase 3: Burocrazia portami via…

Fatto questo avrete un atto di fondazione, dei soci e dei fondi per sostenere le successive spese per fondare la vostra associazione grv.

Recatevi quindi alla più vicina sede dell’agenzia delle entrate chiedendo informazioni sulle pratiche da sbrigare.

A fronte del pagamento di poche decine di euro di bolli, depositerete il vostro statuto e registrerete la vostra associazione acquisendo un codice fiscale associativo.

Quindi rivolgetevi ad associazioni di società sportive per l’assicurazione durante gli eventi.

Tra queste potreste pensare ad agenzie tipo L’AICS clicca qui per raggiungere il loro sito.

Per garantire una copertura assicurativa dei vostri iscritti, si dovranno iscrivere a questa realtà, potrete anche pensarci voi ed includere il prezzo nella quota associativa annuale.

Fatto tutto questo avrete tutto quello di cui avrete bisogno per iniziare a giocare in completa sicurezza e legalità.

Gestire un associazione grv

Questa guida sarebbe incompleta senza alcune piccole delucidazioni finali, poiché sarebbe solo un indicazione di passaggi senza considerare quello che poi effettivamente la gestione.

Un associazione GRV ha bisogno di molte cose per funzionare a dovere.

Innanzitutto mettetevi fin da subito alla ricerca di una sede reale, da usare come magazzino e centro di riunione per i soci e per organizzare i live.

Inoltre una volta all’anno, di solito a fine anno, dovrete indire una plenaria per discutere con i soci dell’andamento dell’associazione.

Dovrete rendicontare le spese, chiudere in pari (si perché un’associazione senza scopo di lucro non può chiudere con utili).

Quindi a fine anno potreste spendere il denaro extra per l’acquisto di materiale speciale od offrire una bella cena associativa ai soci.

Se avete bisogno di consigli su dove recuperare materiale a buon mercato potete leggere questi due articoli (clicca sul nome per accedervi):

Inoltre considerate che gestire un associazione che crea eventi dal vivo, sarà sempre in fermento e se anche vorreste fare un live ogni tre mesi, mettete in conto di passare molti weekend e serate a lavoro.

Il tutto solo per passione senza percepire alcun compenso.

Poi ci saranno liti, defezioni, discussioni, problemi, flop ed a volte grossi strafalcioni.

Ma fa parte del gioco, e se volete trasmettere davvero una passione, non sarà mai un compito facile farlo.

Se avete bisogno di un supporto, consigli, aiuto contattatemi pure cliccando qui.

Ho fondato un’associazione anni fa che resta ancora attiva e svolge bellissime attività nel mio territorio, quindi non parlate con uno sprovveduto.

E semmai, un giorno, alla fine di un live multi giorno, stanchi e sudati penserete a quando avete deciso di fondare una vostra associazione e avrete letto questa guida per farlo, dedicate un pensiero pure a me.

Sarà la mia più grande soddisfazione.

Forza ragazzi e buon gioco di ruolo dal vivo a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *