Folklore e Giochi di Ruolo

      Nessun commento su Folklore e Giochi di Ruolo

Come può aiutarci il Folklore nei Giochi di Ruolo?

Lo andremo a scoprire in questo nuovo articolo ma prima di tutto è d’obbligo dare una definizione a questa parola che spesso molti ignorano.

Folklore è una trasposizione italianizzata di un termine di origine tedesca, vale a dire Volk- (che scriviamo in inglese Folk) che vuol dire Popolo e Lore- (stessa parola per inglese e tedesco) che vuol dire Conoscenza.

Il Folklore è dunque, letteralmente la sapienza popolare, quell’insieme di miti, leggende, racconti, usanze e costumi che determinano le caratteristiche culturali di un popolo.

Ma come queste cose possono aiutarci nei Giochi di Ruolo?

Una specie che vive grazie alle sue storie

Gli esseri umani sono animali sociali, per nostra natura amiamo condividere spazio e tempo assieme ai nostri simili e, tolta l’attuale misantropia moderna, amiamo condividere storie.

Fin dalle prime comunità umane il cantastorie ha sempre avuto un ruolo centrale in tutte le culture umane.

Dagli Aedi greci, ai menestrelli medievali, fino ai giorni nostri con la TV, gli uomini cercano di ascoltare una storia, per esserne parte.

Ecco perché, quell’insieme di storie che derivano dal Folklore Popolare che hanno emozionato i nostri antenati, possono emozionare anche i nostri giocatori.

Alla fine il Master di un Gioco di Ruolo non fa altro che svolgere una funzione comune agli esseri umani, ma in in un modo antico.

Dove trovo il Folklore?

La cosa più bella da fare sarebbe farsi raccontare storie dai propri nonni, a patto che siano ancora vivi e che ci si trovi in una piccola comunità rurale.

Oggi è quasi impossibile trovare ancora delle persone anziane in grado di tramandare tali racconti.

L’industrializzazione e lo spostamento delle masse popolari con il boom economico, hanno ucciso le tradizioni assieme al modello della famiglia tradizionale.

Ma molti Etnologi ed Antropologi, nel corso degli anni, hanno salvato e preservato tali storie racchiudendole in molti libri.

Assieme a loro anche molti disegnatori, scrittori di fiabe o semplici appassionati, hanno aiutato a preservare la memoria storica del Folklore.

Di cosa tratta nello specifico il Folklore e come lo uso

Bé, innanzitutto c’è da dire che per coloro che fanno giochi di ruolo di stampo fantascientifico, futuristico e moderno e difficile che traggano ispirazione dal folklore.

Per coloro invece che giocano dei giochi di ruolo storici, fantasy medievali o dell’orrore, il Folklore dovrebbe essere il pane quotidiano.

Come potete usare il Folklore?

Avete presente una delle creature usate in Dungeons and Dragons? il Berretto rosso? sapete da dove deriva?

Ve lo dico io, si tratta dei Red Cap inglesi, dei folletti che vivono nella zona dei Borders, al confine tra la Scozia e l’Inghilterra, si rifugiano nelle fortezze che hanno una storia sanguinaria fatta di battaglie.

Tingono e ritingono il loro berretto nel sangue dei caduti e sono folletti maligni, che godono nel provocare dolore ai mortali.

Come lo so?

Questo sui manuali dei giochi di ruolo non lo troverete scritto, io conoscevo ed usavo tale folletto nei miei giochi di ruolo, da molto prima che la Wizard lo inserisse sui manuali.

Lo lessi, infatti, su un libro intitolato “Fate” di Brian Froud e Alan Lee, molti anni prima, in cui sono racchiuse molte creature del Folklore Inglese, Scozzese ed Irlandese.

Se siete interessati trovate qui la versione in inglese, e qui quella in Italiano.

Come feci a trovarlo?

Curiosità, voglia di conoscere e la capacità di cogliere quelle cose che derivano dal folklore e possano piacere ed attirare l’attenzione di un giocatore di ruolo.

Conclusione

Naturalmente il mio è stato un semplice esempio, ma tornerò molto spesso sull’argomento ricordate però sempre una cosa.

Le fonti di ispirazione sono sempre fondamentali come vi ho già spiegato in questo articolo, ma non riusciremo mai a trovare quelle giuste se non abbiamo la volontà di farlo.

Fare giochi di ruolo è un passatempo ed un Arte, come avrete notato, non ho ancora fatto uscire una sola recensione su questo blog proprio perché credo nella vostra fantasia.

Ammetto che esistano moltissimi giochi ed ambientazioni creati da dei veri geni, ma per differenziarvi e rendervi speciali tra la massa dei giocatori che usano i prodotti base, sono proprio queste cose.

Quindi sii curioso e sfrutta anche il Folklore nei tuoi giochi di ruolo, sia tu che i tuoi giocatori ne resterete davvero soddisfatti, te lo assicuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *