Glossario dei Giochi di Ruolo

fumetto di tre ragazzi che leggono un manuale di giochi di ruolo senza capirlo, fumetto a nuvoletta con un grande punto interrogativo, sul tavolo dadi poliedrici di gdr, 'immagine è in bianco e nero.

A cosa serve un Glossario per i giochi di ruolo?

I giocatori di ruolo parlano un linguaggio a volte molto strano, quando un neofita li ascolta, li considera quasi degli spostati.

Ancora di più, immaginate, chi per la prima volta approccia un gdr o non ne conosce le dinamiche.

La stessa medesima cosa avviene per coloro che fanno giochi di ruolo dal vivo, per altri motivi.

In questo articolo vi farò una panoramica dei termini più in uso o per farvi rendere rapidamente conto di cosa si stia parlando.

In questo modo non vi sembrerà di sfogliare le pagine del Necronomicon dell’arabo pazzo Al-Hazif quando stringerete in mano il vostro primo manuale.

Ma ora cominciamo il nostro viaggio…

La strana lingua dei giocatori di ruolo…

Prima di cominciare questo paragrafo voglio chiederti una banalità, sai cosa sia un gioco di ruolo?

Perché se sei capitato su questo articolo cercando di capire qualcosa su questo mondo, prima di cominciare ti vorrei fare una proposta.

Leggi prima questo articolo del blog in cui spiego cosa sia il gioco di ruolo.

Poi se vuoi, guarda anche questo video sul mio canale youtube per capire cosa sia il gioco di ruolo dal vivo.

Poi magari iscriviti se non l’hai ancora fatto, ci tengo davvero molto che tu lo faccia per rimanere sempre aggiornato.

Ma bando alle ciance, cominciamo sul serio.

Glossario Basilare dei giochi di ruolo (i partecipanti)

-Dungeon Master / Master / GM / Game master / Narratore / Cronista / DM :

Questi sono i nomi che vengono usati per definire usualmente chi dirige il gioco, si tratta dei termini dei giochi più comuni.

Alcuni giochi sono senza master e pertanto vengono definiti “Masterless” ovvero privi di un master.

Anche nel Gioco di ruolo dal vivo questi nomi vengono definiti per descrivere chi organizza i live.

PG / Personaggio giocante:

Il personaggio giocante è uno dei personaggi che fanno parte del gruppo di gioco.

Ogni personaggio giocante è guidato da un giocatore che ne è completamente responsabile.

Le decisioni di un pg, salvo per cause dettate da regole, sono nelle mani del giocatore che li guida.

La stessa definizione viene usata nei giochi di ruolo dal vivo, per il personaggio che ogni giocatore interpreta.

PNG / personaggio non giocante:

Si tratta di tutti quei personaggi che non hanno volontà propria, seguendo le direttive del master che li crea e li interpreta per creare una storia.

I png possono essere comparse, antagonisti o alleati dei personaggi giocanti.

Nei giochi di ruolo cartacei vengono interpretati tutti dal master.

Nei giochi di ruolo dal vivo i png non sono sempre interpretati dai master, a volte si tratta di ragazzi che si prestano a tale scopo o a pg deceduti durante il live.

Party / Gruppo / Coterie / Compagnia / Banda, etc etc… :

Il gruppo dei giocatori più il master che si riuniscono per giocare.

In alcuni giochi di ruolo cartacei, hanno una definizione in gioco, ma spesso rimane un termine usato fuori dal gioco.

Nei giochi di ruolo dal vivo si tratta solitamente di un gruppo di pg che collaborano per un fine comune.

Glossario Basilare dei giochi di ruolo (tempi del gioco)

Sessione / Live:

Il momento in cui ci si incontra per giocare, nei cartacei si usa sessione, nei giochi di ruolo dal vivo viene chiamato live.

Le sessioni possono essere a cadenze settimanali, mensili, stagionali o annuali, i live solitamente a cadenze minimo mensili.

Campagna:

Un insieme di sessioni che si susseguono o di live, generano una campagna, ovvero una storia collegata con trama.

Alcuni giochi più investigativi e thriller, la definiscono indagine.

In generale questo termine viene utilizzato per tutti i giochi di ruolo solitamente.

One Shot / Sessione Auto conclusiva / Mini campagna:

Una giocata che si riduce ad una sessione soltanto, o ad una manciata di essere (due o tre).

Glossario Basilare dei giochi di ruolo (gli strumenti)

Scheda del personaggio:

Si tratta di un foglio, realizzato seguendo le regole del gioco che si sta facendo, sul quale si trovano tutte le informazioni di un PG.

Nei live come nei cartacei, questi valori vengono controllati dai master ed aggiornati se il gioco prevede un avanzamento del vostro personaggio.

Dadi:

Esistono sette tipologie di dadi classici per giocare ad ogni gioco di ruolo in commercio.

Un insieme di questi sette dadi viene definito set di dadi, solitamente i dadi vengono venduti in questo modo.

I dadi sono, il d4 (dado a quattro facce), il d6 (dado a sei facce), il d8 (dado a otto facce), il d10 ( daddo a dieci facce), il d12 (dado a dodici facce), il d20 (dado a venti facce) ed infine il d100 (dado con le decine fino a cento).

Lo schermo del master / narratore:

Una barriera messa tra chi dirige il gioco ed i giocatori al tavolo per proteggere dalla vista appunti e lanci di dadi.

Solitamente frontalmente ha una illustrazione evocativa attinente al gioco che si sta facendo e dietro tabelle di riferimento al gioco.

Glossario Basilare dei giochi di ruolo dal vivo

Time IN / Game IN / IN game:

Chiamata che annuncia l’avvio di un live ai giocatori e personaggi non giocanti.

OFF game:

Azione, affermazione, richiesta che avviene durante il gioco, al di fuori del gioco.

Freeze / Gelo / Coma/ Stop:

Momento in cui la situazione viene congelata per risolvere rapidamente una questione, o permettere un evento narrativo senza intoppi.

Tapping:

Chiamata che indica colpi sleali a parti delicate, colpi che non seguono le direttive dei regolamenti, colpi non andati a segno e/o annullati.

Uomo a terra:

Chiamata che si effettua quando qualcuno si ferisce per davvero.

Fine Gioco / Out Game / Time Out:

Fine del live, da questo momento in poi ogni azione svolta dai giocatori e da considerarsi nulla ed inesistente.

Parole che indicano regole

Altra cosa sarebbe un glossario di ogni termine presente in ogni gioco in commercio.

Data la differenza dei sistemi, e delle regole di ogni gioco, tenterò di spiegare i termini dei comuni denominatori che sovente andiamo ad incontrare in un gdr.

La prima cosa che moltissimi giochi hanno (anche se non tutti) sono dei valori fissi definiti caratteristiche o sinonimi.

Tali valori definiscono alcune capacità semi statiche del personaggio interpretato da un giocatore o dei png guidati dal master.

Possono ad esempio essere intelligenza, carisma, educazione, agilità, definite da un valore numerico o simbolico.

Da questo valore fondante si creano valori che evolvono nel corso del tempo, alcuni in crescendo, altri aumentando e diminuendo.

Sono le ferite che si possono subire, il valore che definisce quanta “magia” scorre nelle vene, oppure quanta adrenalina possiamo sfruttare in uno scontro.

Definiscono se ci sono valori di difesa per evitare o resistere ad effetti esterni, come ad esempio i tiri salvezza.

Poi ci sono abilità, talenti, capacità, pregi, difetti e molto altro ancora che definiscono cosa i personaggi sanno fare.

Poi ci sono le abbreviazioni per definire un valore ad esempio in Dungeons and Dragons ci sono le CA e le CD.

Vale a dire Classe Armatura e Classe Difficoltà, cioè la “forza” dell’armatura indossata e il livello di difficoltà di una prova per vedere se riusciamo ad usare un abilità.

Sembra complesso… ma non lo è

Forse ti starai adesso chiedendo:

Devo davvero imparare tutte queste cose per fare giochi di ruolo cartacei o dal vivo?

La risposta è sì e no, alcuni giochi avranno molte regole e termini, altri meno, dipenderà unicamente dalla tua volontà di volere giocare.

Ad esempio, recentemente si è discusso a seguito di un sondaggio effettuato negli States in cui è trapelato un dato.

Le persone non amano apprendere regolamenti troppo complessi e lunghi, per molti un semplice gioco, non vale tanto sforzo.

Quello che però mi viene da pensare sempre è, esiste un gioco al mondo senza regole?

La risposta in breve è No, non esiste.

Tutti i giochi hanno regole, a volte scritte ed altre volte no.

A volte semplici ed altre volte complesse.

Fatto sta, che come per ogni altro gioco al mondo, anche i giochi di ruolo sono fatti da giochi più semplici e giochi più complessi.

La soluzione è… scegliere.

Adesso visto che hai una sorta di base, tramite questo glossario, perché non prova ad acquistare il tuo primo gioco di ruolo e provarlo?

Sono quasi certo che potrebbe piacerti, magari vedi se trovi qualcosa che possa piacerti nella vetrina dei giochi di ruolo del blog.

Oppure, se prima vorresti provare gratuitamente a giocare un gioco di ruolo, prova a creare un gioco con il mio sistema gratuito Cyd8 System.

Scegli tu, l’importante e che ti prenda una gran voglia di giocare di ruolo.

buon gioco di ruolo a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *